Ricette della nostra terra

Ricette della nostra terra 2018-10-16T18:59:47+03:00

Vogliamo darvi un piccolo assaggio di belle ricette che sono durate nel tempo e che, più o meno spesso, fanno parte della nostra abitudine gastronomica e della nostra produzione locale (mosto fresco, olive-olio, pistacchio, erbe ecc.). La semplicità dei preparati era e rimane il segreto del gusto di queste ricette.    

POUPEKI («senza coperchio»)

Un dolce tradizionale della nostra terra, specialmente per Carnevale, è essenzialmente una torta di latte, ma senza sciroppo. Una ricetta molto deliziosa che sicuramente vi piacerà. È costituito da un foglio di pasta posto sul fondo della teglia e la crema versata su di esso. Gli ingredienti: Pasta (400 g farina, 2/3 tazza di acqua, ¼ tazza di olio d’oliva, 2 cucchiaioni di zucchero, un pizzico di sale, un bastoncino di vaniglia), Crema (1,5 litro di latte fresco, 1¼ tazza di farina, 1,5 tazza di zucchero, 80 g di burro, 4 uova). Zucchero, cannella, pistacchi, miele.

Per la pasta: In una ciotola mescolare la farina, l’olio d’oliva, lo zucchero e il sale. Aggiungere l’acqua tiepida e impastare finché la pasta diventa liscia e morbida. Coprire e lasciar riposare per 1 ora. Imburrare una teglia di 30 cm di diametro. Stendere l’impasto, adagiarlo delicatamente nella teglia e lasciarlo uscire appena fuori. Imburrare il foglio di pasta.  

Per la crema: Portare a ebollizione il latte, la farina, lo zucchero e la vaniglia. Una volta che la crema è raddensata, toglierla dal fuoco per farla raffreddare e versarvi il burro e poi le uova ben sbattute. Mescolare bene la miscela e versare la crema sul foglio di pasta. Girare con attenzione il bordo della pasta in eccesso sopra alla crema e imburrare.

Cuocere a 180 gradi fino a quando la superficie della torta è dorata (~ 30 minuti). Appena tolta dal forno, cospargerla di zucchero e cannella oppure aggiungere miele o anche granella di pistacchio in una variazione più creativa. Quando è fredda, tagliare a pezzi e servire. 

MOUSTOKOULOURA (BISCOTTI AL MOSTO)

Tradizionalmente, i moustokouloura vengono preparati con mosto locale, a volte con l’aggiunta di mosto cotto. Ottimi biscotti apprezzati in tutta la Grecia, sono un alimento perfettamente equilibrato per quanto riguarda la sua identità dolcificante.

Ingredienti: 2 bicchieri di mosto, 2½ bicchieri di olio d’oliva, 2 bicchieri di zucchero, 2 lievito per dolci, 2 cucchiai da minestra rasi di bicarbonato di sodio, 1 bicchierino di cognac (oppure ouzo, tsipouro se preferite), ½ cucchiaino di chiodi di garofano, 1½ cucchiaino di, farina (q.b).

Esecuzione: In una bacinella o in una grande ciotola, mescolare il mosto, l’olio e lo zucchero finché si sciolga un po’. Aggiungere gli ingredienti rimasti uno ad uno e infine la farina fino a ottenere una pasta morbida che non si attacca alle mani. Lasciare riposare l’impasto per mezz’ora. Modellare i biscotti nella forma desiderata e cuocere in un forno preriscaldato a 200 gradi fino a che sono dorati (~ 20 minuti).  

MOSENTA

Un piatto facile e veloce per i momenti in cui la fame “fa strage” e ci sono verdure a portata di mano, ma soprattutto spinaci. Una ricetta relativamente semplice e veloce degli Arvaniti, che fino ad oggi viene mangiata di gusto e di solito è preparata a occhio invece che con la bilancia. Realizzare una pastella mescolando la farina, l’acqua, il sale e il lievito per dolci. Mettere la pastella non troppo densa nella teglia oliata e aggiungere tutte le erbe (spinaci, cipolla verde, aneto, finocchio) e pepe fresco. Chi preferisce, può aggiungere altre verdure a scelta, come prezzemolo, menta, porro, pastinaca di Puglia ecc.. Mescolare tutto insieme e stendere uniformemente la miscela nella teglia. Cuocere la mosenta per 40 minuti a 200 gradi.